Navigation

Birmania: diecimila persone si rifugiano in Cina

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 febbraio 2012 - 16:28
(Keystone-ATS)

Diecimila persone provenienti dalle regioni più remote della Birmania si sono rifugiate in Cina, oltrepassando il confine nella regione sudoccidentale dello Yunnan, per sfuggire agli scontri tra l'esercito birmano e l'Esercito per l'indipendenza del Kachin (Kia), uno dei maggiori gruppi ribelli del Paese.

Il conflitto potrebbe mettere a rischio gli sforzi della Birmania di convincere l'Unione europea e gli Stati Uniti a rimuovere le sanzioni contro il Paese asiatico, che sta lentamente aprendosi a riforme democratiche dopo decenni di dittatura militare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?