Navigation

Birmania: governo sospende progetto cinese diga

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 settembre 2011 - 08:23
(Keystone-ATS)

Il governo della Birmania ha deciso di sospendere il progetto, guidato dalla Cina, di una diga da 3,6 miliardi di dollari. Lo ha detto davanti al parlamento il presidente Thein Sein.

La diga di Mytsone, il più grande progetto idroelettrico della Birmania, aveva scatenato una sertie di polemiche nel paese. Da una parte le elite conservatrici, fortemente legati agli investitori cinesi, dall'altra Aung San Suu Kyi: secondo la leader dell'opposizione birmana il progetto avrebbe costretto 12.000 persone ad essere allontanate dai loro 63 villaggi per fare spazio alla diga che, oltretutto, avrebbe messo a rischio il flusso del fiume Irrawady. La decisione del presidente rappresenta una prima vittoria per l'opposizione birmana e Suu Ky che ha incontrato Sein per la prima volta ad agosto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?