Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le autorità birmane libereranno oggi oltre cinquanta prigionieri politici, l'ultimo di una serie di rilasci avvenuti negli ultimi due anni, che hanno coinvolto oltre un migliaio di detenuti di questo tipo. Lo ha annunciato Hla Maung Shwe, consigliere del presidente Thein Sein. "Oggi libereremo 56 prigionieri politici", ha precisato l'uomo. Pochi mesi fa, Thein Sein aveva dichiarato di voler arrivare entro fine anno alla liberazione di tutti i prigionieri politici, soddisfacendo così le richieste della comunità occidentale.

Di fronte alle progressive aperture del governo civile in carica dal 2011, Stati Uniti e Unione europea hanno sospeso o eliminato gran parte delle sanzioni economiche che applicavano verso il Paese dagli anni Novanta. Tali misure hanno dato il via a una corsa agli investimenti in un'economia rimasta isolata per quasi mezzo secolo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS