Navigation

Birmania: partito Suu Kyi si registra come movimento politico

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 novembre 2011 - 08:03
(Keystone-ATS)

La Lega nazionale per la democrazia di Aung San Suu Kyi ha presentato oggi ufficialmente la domanda di registrazione come partito politico, come deciso una settimana fa dal movimento sciolto forzatamente l'anno scorso per il suo boicottaggio elettorale ma ora determinato a schierare propri candidati, tra cui la stessa Suu Kyi, in un imminente voto suppletivo.

Emissari del partito hanno depositato i documenti necessari nella nuova capitale Naypyidaw questa mattina. Se non ci saranno intoppi, le autorità dovrebbero provvedere alla registrazione entro una settimana. Sebbene una data per rimpiazzare i 48 seggi parlamentari vacanti non sia stata ancora fissata, il voto dovrà tenersi entro la fine dell'anno.

Suu Kyi, liberata un anno fa dopo sette anni di arresti domiciliari e 15 degli ultimi 22 anni passati in detenzione, non ha ancora confermato ufficialmente la sua candidatura, ma i suoi portavoce hanno fatto capire che si tratta di un eventualità estremamente probabile.

Negli ultimi mesi il nuovo governo di Thein Sein ha introdotto una serie di misure distensive che comprendono il rilascio dei prigionieri politici e un maggiore coinvolgimento dell'opposizione, di cui il partito di Suu Kyi rappresenta la componente principale.

Le aperture del governo sono state riconosciute anche a livello internazionale: la prossima settimana arriverà in Birmania Hillary Clinton, primo segretario di stato americano a visitare il Paese in cinquanta anni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?