Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli studenti universitari di tutta la Birmania hanno rispedito al mittente l'invito del governo a fermare le proteste contro la nuova legge per l'educazione che - dicono - vieta loro l'attività politica e frena la libertà accademica.

Un attivista raggiunto al telefono ha detto che la protesta continuerà anche oggi e che studenti di altre università confluiranno nel corteo nella capitale Rangoon.

Ieri il governo aveva accusato gli studenti di subire la manipolazione di gruppi intenzionati a destabilizzare il paese, ma senza precisare quali siano.

È intanto cresciuto il consenso intorno alle proteste studentesche in atto dal 20 gennaio, con una marcia pacifica di svariate centinaia di chilometri, da Mandalay a Rangoon.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS