Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente birmano Thein Sein ha dichiarato ieri sera a Londra che tutti i prigionieri politici della Birmania saranno liberati entro la fine dell'anno e che un cessate il fuoco con i gruppi etnici sarà possibile nelle prossime settimane.

"Vi garantisco che entro fine anno non ci saranno più prigionieri d'opinione in Birmania", ha affermato Thein Sein in un incontro alla Chatham House.

Secondo il presidente birmano, il suo Paese "non vuole altro che una transizione da mezzo secolo di governo militare ad autoritarismo alla democrazia".

Thein Sein ha anche espresso il suo ottimismo sulla possibilità di mettere fine a decenni di conflitti che hanno imperversato tra il governo birmano e oltre una decina di gruppi etnici dall'indipendenza del Paese dalla Gran Bretagna nel 1984: "È molto probabile che otterremo un cessate il fuoco a livello nazionale e che le armi taceranno in Birmania per la prima volta in 60 anni".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS