Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dalle urine dei partecipanti al festival rock più famoso del Nord Europa alla birra. È l'approccio all'economia circolare degli agricoltori del Danish Agriculture and Food Council (Dafc, il "sindacato" dell'agroalimentare danese).

A giugno offriranno la prima "Pisner" (senza la "l"), prodotta con undici tonnellate di orzo da birra concimato grazie a 54'000 litri di urine raccolte nei giorni del Festival di Roskilde, in Danimarca, meta di pellegrinaggio estivo per gli amanti del rock di tutto il mondo.

"Se si riesce a preparare una birra con l'urina come fertilizzante, si può riciclare quasi tutto", dice Karen Hækkerup, del Dafc. Anche se l'utilizzo delle urine per concimare è vecchio quanto l'agricoltura, oggi non è approccio comune l'uso di quelle umane. Appuntamento per assaggiare il risultato il 21 giugno a Copenaghen.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS