Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il futuro si annuncia difficile per il gruppo energetico bernese BKW, ma i vertici si aumentano sostanzialmente lo stipendio.

Per il 2016 i compensi della direzione saranno portati a 5,9 milioni di franchi, oltre il 30% in più dei 4,5 milioni versati ai sei membri dell'organo di conduzione operativa nel 2014.

La proposta del Consiglio di amministrazione (Cda) è stata approvata oggi dall'assemblea degli azionisti con il 99% di "sì". Si tratta di far lievitare passo dopo passo le retribuzioni a quello che è il livello del mercato, ha spiegato il presidente Urs Gasche, politico del Partito borghese democratico (PBD) che è attualmente consigliere nazionale e che in passato è stato nel governo cantonale bernese, dove gestiva il Dipartimento delle finanze. Nel 2010 Gasche non si era ricandidato ed era passato alla presidenza della BKW, società che per il 52% appartiene al canton Berna.

Dopo l'assemblea Gasche ha detto all'ats che gli stipendi della BKW per le funzioni della direzione sono nettamente inferiori a quelli di altre aziende, come mostrato da indagini. Il gruppo ha quindi difficoltà a trovare persone per i posti vacanti. È importante trovare personale all'altezza, ha aggiunto il 60enne di formazione giurista.

Nel 2014 in base al rapporto d'esercizio la presidente della direzione Suzanne Thoma ha incassato 1,05 milioni di franchi. Gli altri cinque membri si sono spartiti 3,43 milioni, pari in media a 690'000 franchi a testa, vale a dire oltre 57'000 franchi al mese. A titolo di confronto stando agli ultimi dati disponibili nel 2012 lo stipendio mediano mensile della regione Espace Mittelland era di 6026 franchi, che salgono a 9140 per i quadri medi e superiori.

Nel suo discorso davanti agli azionisti Gasche ha parlato delle sfide che attendono il gruppo proprietario della sempre molto discussa centrale nucleare di Mühleberg. Il politico ex UDC ha detto che BKW vede risultati incoraggianti nella sua nuova strategia di ricerca di una via mediana fra il continuare come in passato e il cambiare tutto. A suo avviso comunque "il contesto è difficile".

Da parte sua la CEO Thoma ha detto che a causa del rafforzamento del franco BKW si trova "su un mare tempestoso". Quale azienda produttrice di elettricità, BKW è un'impresa orientata all'esportazione. Secondo Thoma è perciò importante sviluppare il settore servizi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS