Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Joseph Blatter non presenterà ricorso contro la sospensione di 90 giorni decisa dal Comitato etico della Fifa. Lo assicura il suo consigliere personale Klaus Stoehlker, interpellato dall'agenzia tedesca Dpa.

"Non avrebbe senso", ha affermato Stoehlker, spiegando che Blatter ha appreso la notizia "con molta calma" e che, una volta scontato lo stop, continuerà a lavorare alla pianificazione del Congresso straordinario della Fifa del 26 febbraio nel corso del quale sarà scelto il suo successore alla guida della Federazione internazionale. "Questo provvedimento arriva nel giorno del suo 40° anniversario (alla Fifa, ndr). Si era immaginato questo giorno in modo diverso, ma non è molto preoccupato", ha aggiunto Stoehlker.

"Lui ora sarà in panchina per quanto riguarda il calcio parlato, ma tornerà fra 90 giorni e poi dovrà preparare il grande congresso Fifa", ha detto il suo consulente. "Mi auguro - ha concluso - che si prenda un po' di vacanza. Il Canton Vallese è particolarmente bello ad ottobre. Si è guadagnato un po' di tranquillità".

Intanto, tramite il suo pool di legali, Blatter si è nuovamente professato innocente e ha criticato la decisione del Comitato etico: "Il presidente Blatter è deluso perché il Comitato non ha rispettato il codice etico e disciplinare, che gli davano la possibilità di essere ascoltato", si legge nel comunicato degli avvocati Lorenz Erni, Erni Brun Forrer e Richard Cullen, per i quali "la decisione del Comitato etico si basa su un fraintendimento delle azioni della giustizia svizzera". Blatter, hanno concluso gli avvocati, "spera di avere l'opportunità di presentare le prove della sua estraneità a qualsiasi atto criminale".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS