Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I cantoni dovrebbero anticipare gli esami di maturità e posticipare l'inizio dei corsi universitari per permettere ai giovani di effettuare la scuola reclute. Lo propone il capo dell'esercito svizzero André Blattmann.

"Se la maturità avviene alla fine di giugno e l'inizio della scuola reclute è all'inizio di luglio, sino all'avvio dell'università in settembre restano solo 10-11 settimane", ha affermato Blattmann in un'intervista al domenicale "SonntagsBlick". "Ciò non basta per la formazione di base".

La scuola reclute già ridotta si fa in 18 settimane e per gli studenti è possibile in 17 settimane. In questo modo la differenza è solo di sei settimane.

Per coprirle, tre cantoni dovrebbero anticipare l'esame di maturità di due settimane e dodici di una settimana. In questo modo si possono guadagnare due settimane. L'inizio dei corsi universitari potrebbe essere rinviato, aggiunge Blattmann. Oppure le scuole superiori potrebbero accettare che una parte degli studenti cominci con tre settimane di ritardo.

Il capo dell'esercito è fiducioso che si possano trovare soluzioni forse non per tutti gli studenti ma almeno per una parte. Discussioni sono in corso tra l'esercito e la Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS