Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Nel 2009 BLS SA ha realizzato un utile di 12,9 milioni di franchi, contro 2 milioni l'anno precedente. Il traffico passeggeri in treno, autobus, battello e sui convogli navetta del Lötschberg (BE/VS) è sensibilmente aumentato. In seguito alla crisi, ha invece registrato un crollo il traffico merci, gestito dalla filiale BLS Cargo.
La forte crescita dell'utile rispetto al 2008 si spiega essenzialmente con gli effetti straordinari dovuti allo scioglimento anticipato degli accordi di leasing per il materiale rotabile, che hanno generato entrate per 10,9 milioni. Lo hanno indicato oggi i vertici della società nella conferenza stampa di bilancio a Berna.
Complessivamente, lo scorso anno BLS ha trasportato 52,2 milioni di passeggeri (+2,2%). Per il solo comparto ferroviario, che è quello principale, la crescita è stata dell'1,7% (47,9 milioni di passeggeri); la progressione delle persone-chilometro è stata ancora più marcata, fissandosi al 6,8%. La forte domanda si è tradotta in un aumento delle entrate del 4,3% a 124,8 milioni di franchi.
L'azienda ha invece registrato una tendenza radicalmente diversa nel traffico merci: le tonnellate nette-chilometro trasportate sono crollate del 19% a quota 2981 milioni. Il calo più marcato è stato registrato dal trasporto combinato in transito. Le entrate complessive del settore merci sono diminuite del 20% a 161,7 milioni di franchi, con una perdita di 3,6 milioni (contro un utile di 3,0 milioni l'anno precedente).

SDA-ATS