Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

BLS Cargo ottiene nuovi contratti e ritorna nelle cifre nere

Dopo aver annunciato in aprile la soppressione del trasporto merci lungo la linea del San Gottardo, BLS Cargo ha ottenuto nuovi contratti ed è tornata nelle cifre nere. Le nuove commesse non compensano le ristrutturazioni dei siti di Bellinzona, Berna, Chiasso e Erstfeld (UR), in cui sono stati persi da 70 a 80 impieghi, ma ridanno fiducia alla società per i futuri esercizi.

"Abbiamo ricevuto segnali positivi dal mercato e colto l'opportunità con idee innovative e offerte flessibili", ha indicato oggi in una nota il direttore dell'azienda di trasporto merci, Dirk Stahl. Negli scorsi mesi i vertici di BLS Cargo hanno infatti intavolato intense discussioni con potenziali nuovi clienti.

Nel primo semestre BLS Cargo è ritornata nelle cifre nere, con un utile netto di 0,7 milioni di franchi, a fronte di una perdita di 1,9 milioni per l'esercizio 2012. Stessa evoluzione per l'utile operativo (EBIT), che da un -1,0 milioni di franchi è passato a un + 0,9 milioni. L'azienda si attende anche per l'intero 2013 risultati finanziari positivi.

Lo scorso aprile, la società aveva reso noto il fallimento delle trattative tariffali con la filiale delle Ferrovie tedesche DB Schenker Rail, che è il principale cliente di BLS Cargo sulla linea del San Gottardo.

Concretamente la mancata intesa si traduce nella soppressione, a partire dal prossimo cambio di orario in dicembre, di 5'000-6'000 treni all'anno sulla linea del San Gottardo, dove continua a circolare solo un sesto dei convogli di BLS Cargo. Il mandato per gli altri treni merci passa a FFS Cargo.

Nell'ambito del riorientamento societario BLS ha nel frattempo firmato importanti contratti con diversi clienti, fra cui uno con la società olandese ERS Railways, che assicurerà nei prossimi tre anni il trasporto in Svizzera e in Italia di merci per conto della compagnia dei Paesi Bassi.

Con il nuovo orario, BLS Cargo sarà infatti responsabile del transito sulla rete svizzera e italiana di oltre 1'000 treni all'anno sulla tratta Rotterdam-Melzo (in provincia di Milano) sfruttando l'asse del Lötschberg/Sempione. Inoltre, assumerà la responsabilità di circa 900 convogli della società TX Logistik sull'asse del San Gottardo e di prestazioni di manovra con locomotiva per railCare in Ticino.

Situazione rimane difficile

Nonostante queste nuove commesse, BLS è tuttora confrontata con un'eccedenza di personale, precisa ancora la nota. Dei 70-80 posti di lavoro cancellati, di cui 50-60 fra i macchinisti della società madre BLS e 10-20 della stessa BLS Cargo.

Nel frattempo, grazie a volontarie riduzioni dei salari, a fluttuazioni naturali e al nuovo contratto con railCare, il numero di licenziamenti nelle sedi di Berna e Chiasso si è ridotto di più della metà. Le ripercussioni sui macchinisti di BLS saranno comunicate la prossima settimana dalla casa madre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.