Navigation

BMW indagata per le pratiche nella comunicazione delle vendite

Sotto indagine negli Stati Uniti. KEYSTONE/EPA/PHILIPP GUELLAND sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 dicembre 2019 - 07:45
(Keystone-ATS)

La Sec, autorità americana di vigilanza dei mercati finanziari, sta indagando su BMW. Secondo quanto riportato ieri dal Wall Street Journal, la casa automobilistica tedesca è finita nel mirino dei funzionari per le pratiche adottate nel comunicare le vendite.

Un portavoce di BMW ha confermato un'indagine in corso, aggiungendo che l'azienda collabora con le autorità. Non sono stati forniti ulteriori dettagli.

Stando alla stampa americana l'inchiesta segue la sanzione imposta dalle autorità americana a Fiat Chrysler Automobiles (FCA) per motivi simili, ovvero per come venivano riportate le vendite mensili.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.