Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli averi in conti giro delle banche elvetiche presso la Banca nazionale svizzera (BNS) la scorsa settimana sono lievitati di 3,04 miliardi di franchi, a 294,15 miliardi, nonostante il leggero consolidamento dell'euro. Lo indica oggi in una nota l'istituto d'emissione. La settimana precedente, il rialzo si era limitato a 2,15 miliardi di franchi.

La crescita degli averi in conti giro è considerata come un indice della determinazione con la quale la BNS difende la soglia minima di cambio di 1,20 franchi per un euro.

L'evoluzione del corso della moneta europea, che dal 7 settembre è generalmente superiore a 1,21 franchi e oggi verso le 11:00 si attestava a 1,2172 franchi per un euro lascia supporre che la pressione sulla valuta elvetica si è un po' allentata, a causa della decisione della Corte costituzionale tedesca di autorizzare Berlino a partecipare al fondo di salvataggio dell'euro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS