Navigation

BNS: euro a 1,20, Hildebrand, decisione costosa ma indispensabile

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 settembre 2011 - 18:24
(Keystone-ATS)

I costi per ottenere il corso minimo di 1,20 tra franco ed euro saranno alti, ma non fare nulla danneggerebbe l'economia svizzera. Lo ha dichiarato questa sera il presidente della Banca nazionale (BNS) Philipp Hildebrand in una nota letta anche al Telegiornale.

"Dobbiamo accettare il fatto che i costi associati (a questa decisione) saranno alti", "ma non fare niente infliggerebbe quasi senza alcun dubbio alla nostra economia danni considerevoli a lungo termine. Con il provvedimento adottato oggi, la Banca nazionale svizzera agisce nell'interesse del paese intero", ha dichiarato Hildebrand. Una sopravvalutazione massiccia comporta il rischio di una recessione e di una evoluzione deflazionista, sostiene il presidente della BNS, ribadendo che se necessario la BNS adotterà ancora ulteriori misure.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?