Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - I collocamenti in divise della Banca nazionale svizzera (BNS) a metà 2010 hanno raggiunto la somma record di 226,75 miliardi di franchi, di cui il 70,5% in euro. Dalla fine del 2009 le consistenze in euro sono cresciute di 104,9 miliardi di franchi.
Nel primo trimestre gli investimenti in euro erano progrediti di 25,6 miliardi di franchi, nel secondo di 79,3 miliardi, secondo quanto emerge dal bollettino mensile pubblicato oggi dall'istituto di emissione. Per dicembre 2009 dalla statistica risultano in totale collocamenti per 94,68 miliardi di franchi, a fine 2008 47,43 miliardi, più o meno lo stesso livello del periodo 2005-2007.
A fine giugno gli investimenti nella moneta unica erano a 120,55 miliardi di euro, pari a poco meno di 160 miliardi di franchi. Il tasso di cambio applicato è di circa 1,3260 franchi. Attualmente nel commercio di divise l'euro è negoziato a 1,3560 franchi.
Gli investimenti in dollari ammontavano a metà 2010 a 45,02 miliardi (48,7 miliardi di franchi). Rispetto a inizio anno si è avuta una crescita di 21,2 miliardi di franchi. Inoltre la BNS disponeva di yen per un controvalore di 8,78 miliardi di franchi, di sterline per 5,49 miliardi di franchi e di dollari canadesi per 3,9 miliardi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS