Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Banca nazionale svizzera (BNS) ha fatto registrare una perdita consolidata di 6,4 miliardi di franchi dopo i primi nove mesi del 2013. A metà anno le perdite erano di 7,3 miliardi. Le posizioni in valute estere hanno generato un utile di 4 miliardi.

L'istituto ha subito l'impatto del deprezzamento dell'oro. Oltre al valore del metallo prezioso, il risultato dipende dall'evoluzione dei mercati di cambio e di capitali, "per questo motivo forti fluttuazioni sono la regola", ha indicato oggi la BNS tramite un comunicato.

Nonostante la perdita dopo nove mesi, "è difficile prevedere il risultato d'esercizio di tutto il 2013", viene precisato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS