Navigation

BNS: presidente direttori cantonali finanze positivamente sorpreso

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2012 - 11:43
(Keystone-ATS)

Il presidente della Conferenza dei direttori cantonali delle finanze (CDF) Christian Wanner si dice positivamente sorpreso dall'annuncio odierno degli utili della Banca nazionale svizzera (BNS), che permettono la distribuzione di un miliardo alle casse pubbliche.

Ancora poche settimane or sono i cantoni prevedevano di non ricevere nulla dalla BNS, ricorda il consigliere di stato solettese. Ora l'andamento degli affari dell'istituto è migliorato. Che vi sia un'eccedenza di un miliardo è quindi "molto rallegrante", anche se i cantoni non otterranno così tanto come in passato: Soletta riceverà per esempio 21 milioni, contro i 54 dello scorso anno. Un taglio degli introiti che interviene proprio quando sono alle prese con un aggravio degli oneri sul fronte del finanziamento ospedaliero, sottolinea il politico PLR.

La CDF punta quindi a un rapido aumento dei contributi della BNS a cantoni e Confederazione. "Faremo di tutto per raggiungere questo obiettivo", ha promesso Wanner. Maggiori elargizioni sono previste quando le apposite riserve della BNS avranno raggiunto 10 miliardi di franchi, ciò che non è ancora il caso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?