Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Calano le divise detenute dalla Banca nazionale svizzera BNS:

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Le riserve di divise detenute dalla Banca nazionale svizzera (BNS) sono diminuite in novembre, scendendo di 3,7 miliardi e raggiungendo alla fine del mese 738,2 miliardi, contro il dato di ottobre di 742,0 miliardi.

L'insieme delle riserve (oro escluso) è passato da 747,5 a 743,5 miliardi di franchi, ha indicato oggi l'istituto sul suo sito internet.

Le riserve di divise sono quindi calate dopo che in ottobre si era osservato un netto aumento (+17,0 miliardi). In progressione erano risultati anche settembre (+7,4), agosto (+1,8), luglio e (+20,6), mentre giugno aveva mostrato una flessione (-0,7).

Dai dati non si può capire se la BNS sia intervenuta sul mercato per indebolire il franco e, se lo ha fatto, in quale misura. Spesso la ragione principale degli scarti è infatti da identificare negli sviluppi dei corsi delle divise. Nel periodo in questione l'euro si è leggermente rafforzato nei confronti del franco, mentre il dollaro si è indebolito.

Per inquadrare il dato sulle riserve della BNS può anche essere utile tracciare un confronto con il prodotto interno lordo (Pil) dell'intero paese: l'anno scorso questo si è attestato a 659 miliardi di franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS