Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Banca nazionale svizzera (BNS) considera PostFinance un istituto finanziario che presenta un "rischio sistemico". In futuro, la filiale bancaria della Posta dovrà quindi soddisfare esigenze più severe in materia di fondi propri e liquidità.

Finora le banche che facevano parte della categoria "too big to fail" (troppo grandi per fallire) erano UBS, Credit Suisse, il gruppo Raiffeisen e la Banca cantonale zurighese (ZKB).

La decisione riguardante PostFinance è stata presa il 29 giugno scorso di concerto con l'Autorità di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA), indica la BNS in una nota. Era nell'aria da oltre un anno.

La nuova classificazione da parte della BNS, ha sottolineato PostFinance, è riconducibile al ruolo considerevole che l'istituto svolge nel traffico dei pagamenti. Con un bilancio di 116 miliardi al 30 giugno 2015, PostFinance è uno dei principali istituti finanziari svizzeri.

Con la decisione della BNS, la filiale della Posta dovrà elaborare un "piano d'emergenza" a garanzia delle funzioni di "importanza sistemica", che sarà sottoposto al controllo della FINMA.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS