Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Banca nazionale svizzera (BNS) intende mantenere invariata la sua politica monetaria nonostante il rallentamento economico e la sopravvalutazione del franco. "Attualmente non vediamo alcuna necessità di adeguamento", ha dichiarato il presidente Thomas Jordan.

I tassi d'interesse negativi e la disponibilità della BNS ad intervenire, se ce n'è bisogno, sul mercato delle divise, "dovrebbe con il tempo contribuire a indebolire il franco", ha spiegato.

A una domanda circa il presunto nuovo corso minimo non dichiarato di 1.03 franchi per un euro o un paniere di valute segreto, Jordan non si è esposto: "come detto ci attiveremo in caso di necessità, tenendo conto della situazione complessiva sul fronte dei cambi".

Anche se dopo lo shock dell'abbandono della soglia minima di 1.20 franchi a metà gennaio la moneta elvetica si è un po' indebolita, essa resta "chiaramente sopravvalutata", soprattutto rispetto all'euro. Il dollaro è sui livelli dell'autunno scorso.

Quanto agli effetti per l'economia svizzera, il presidente della BNS ha indicato di essere "consapevole che la situazione dei cambi pone molti imprenditori di fronte a grandi sfide". Purtroppo l'istituto di emissione non può attutire tutti gli effetti esterni.

Jordan si è poi detto "molto impressionato di quanto rapidamente numerose aziende abbiano reagito con misure riguardanti gli acquisti, l'aumento dell'efficienza, l'innovazione o una diversificazione più forte". Egli ritiene che l'economia tornerà sulla via della crescita nella seconda metà dell'anno. Per l'intero 2015 - ha confermato - la BNS non si attende alcuna recessione, ma una progressione del prodotto interno lordo (Pil) di quasi l'1%.

I dati sul Pil del secondo trimestre saranno pubblicati venerdì della settimana prossima dalla Segreteria di Stato dell'economia (SECO). Se dopo la contrazione dello 0,2% nei primi tre mesi dell'anno risulterà un altro tasso negativo, per definizione la Svizzera si troverà in realtà in recessione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS