Navigation

Boeing: si dimette il CEO con crisi 737 Max

Il CEO di Boeing, Dennis Muilenburg, ha deciso di lasciare (foto d'archivio) KEYSTONE/EPA/MR bjw fGD sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 dicembre 2019 - 15:39
(Keystone-ATS)

Il CEO di Boeing, Dennis Muilenburg, si dimette. Il colosso dell'aviazione ha nominato al suo posto David Calhoun, attualmente anche presidente del cda, a partire dal 13 gennaio. Il cambio ai vertici è legato alla crisi del 737 Max.

"Credo fermamente nel futuro di Boeing e del 737 Max", afferma Calhoun in una nota.

Il consiglio di amministrazione di Boeing ha deciso che un cambio della leadership "era necessario per riportare fiducia nella società. Sotto la nuova leadership, Boeing - si legge in una nota - opererà con un rinnovato impegno alla trasparenza", inclusa una migliore comunicazione con la Federal Administration Aviation, le autorità a livello globale e i consumatori.

Muilenburg "si è dimesso con effetto immediato sia da amministratore delegato sia da componente del consiglio di amministrazione. Il chief financial officer di Boeing, Greg Smith, sarà amministratore delegato ad interim nel breve periodo di transizione durante il quale Calhoun" risolverà i suoi impegni extra Boeing.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.