Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MILANO - La rinnovata fiducia sulla forza della ripresa americana spinge le borse asiatiche ai massimi da tre mesi. I dati di ieri su manifattura e costruzioni Usa, all'origine del rally delle borse delle due sponde dell'Atlantico, hanno infatti dato nuovo spolvero ai listini dell'area con Tokyo che ha chiuso in rialzo dell'1,3% e l'indice Asia-Pacifico Msci che sale dello 0,6%.
La speranza di assistere a un consolidamento dell'economia ha sostenuto anche i prezzi delle commodities con effetti positivi sui titoli delle materie prime (Bhp Billiton è salita dell'1,5% mentre Mitsubishi del 4,7%). Bene Canon (+0,7%), al pari dei titoli che realizzano gran parte del fatturato all'estero.
Ieri Ben Bernanke, presidente della Fed, la banca centrale americana, ha ammesso che per una piena ripresa degli Usa "c'é ancora molta strada da fare" ma che "la domanda in aumento dalle famiglie e dalle imprese dovrebbe aiutare una crescita sostenibile".
Altre indicazioni sullo stato dell'economia Usa arriverranno oggi quando, a partire dalle 14:30, verrà diffusa una serie di dati, tra i quali reddito e spesa personale, ordini di fabbrica e vendite di abitazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS