Si estende in Asia l'onda dei crolli borsistici, con Tokyo nel finale in calo del 4,84%, dopo la peggior settimana dal 2008, mentre resistono le apprensioni sulla capacità delle banche centrali di stimolare la crescita globale.

I future sui listini europei segnalano un possibile rimbalzo nel Vecchio Continente con l'Euro Stoxx 50 a marzo in progresso in questo momento dello 0,7%.

Il ministro delle finanze giapponese Taro Aso, segnala Bloomberg, ha assicurato che i regolatori reagiranno alla volatilità del mercato se necessario, dopo che l'aver portato i tassi in negativo non ha fermato l'ansia sul mercato. Pesanti soprattutto i bancari, con Nomura in calo del 9,2% a minimi dal 2012.

Il mercato giapponese ha riaperto oggi dopo la chiusura ieri. Ancora chiusi per la festività del nuovo Anno Lunare Cina, Taiwan e Vietnam. Hong Kong ha perso l'1,01%. Seul viaggia in ribasso dell'1,41%. In Corea del Sud l'indice dei titoli a minor capitalizzazione è stato fermato per 20 minuti dopo un tonfi di oltre l'8%.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.