Navigation

Borsa: Asia piatta; Tokyo stabile; Cina e Corea chiuse

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 gennaio 2012 - 10:03
(Keystone-ATS)

Seduta fiacca per le principali borse di Asia e Pacifico, oggi a ranghi ridotti, con Hong Kong, Shanghai, Taiwan, Seul, Singapore e Giakarta chiuse per le festività legate al nuovo anno lunare.

Sulla piazza nipponica ha brillato Olympus (+8,17%), che potrà restare in borsa nonostante l'ammissione di falso in bilancio relativa all'esercizio del 2008. Bene anche Toshiba (+4,28%) e Sony (+4,02%), che prevede di incrementare la produzione di batterie al litio. Segno meno invece per Panasonic (-1,38%) e Canon (-1,17%), che sconta la propria dipendenza dai mercati europei, in cui piazza circa 1/3 della propria produzione di apparecchi fotografici, telecamere e stampanti.

Effetto conti sull'indiana Reliance Industries (-2,3%), mentre sale Hindustan Unilever (+2,1%) sulla piazza di Mumbai, ancora in fase di contrattazioni. Contrastati gli estrattivo-minerari a Sidney: Discovery Metals ha guadagnato l'8,39%, mentre Mirabela Nickel ha ceduto il 6,54%, riflettendo l'andamento delle quotazioni dei metalli all'asta di Londra di venerdì scorso.

Di seguito, gli indici dei titoli guida delle principali borse di Asia e Pacifico.

- Tokyo -0,01% - Hong Kong chiusa per festività - Shanghai chiusa per festività - Taiwan chiusa per festività - Seul chiusa per festività - Sidney -0,34% - Mumbai -0,10% - Singapore chiusa per festività - Bangkok +0,63% - Giakarta chiusa per festività.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?