Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Borse asiatiche in rialzo, spinte dai titoli minerari dopo i dati della Cina che hanno evidenziato un'accelerazione nella ripresa dei prezzi delle materie prime.

Il petrolio, in recupero, si mantiene comunque vicino ai minimi da un mese sui timori che gli Usa possano aumentare la produzione mentre i membri dell'Opec iniziano a tagliarla.

Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,33%, Sydney dello 0,19% e Hong Kong, ancora aperta, sale dello 0,62%. Maglia rosa è stata Seul, balzata dell'1,47%, mentre hanno chiuso in rosso i listini di Shanghai (-0,79%) e Shenzhen (-1,05%).

I dati dei produttori cinesi, che segnalano il rialzo più consistente degli ultimi cinque anni nelle commodity e preannunciano l'esportazione di inflazione da Pechino, arrivano mentre sui mercati si sta spegnendo l'euforia per l'elezione Donald Trump e gli investitori guardano alla sua prima conferenza stampa, in programma oggi. Dagli Stati Uniti sono attesi anche i dati sulla disoccupazione e sulla richiesta di ipoteche.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS