Navigation

Borsa: Bernanke spinge Europa, nuovo riscatto per Milano

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 luglio 2011 - 19:30
(Keystone-ATS)

Le Borse europee tirano il fiato. Complice l'effetto Bernanke e l'orientamento della Fed a nuovi stimoli se necessari, le piazze del Vecchio continente tornano a viaggiare in positivo con l'evidenza di Francoforte e Milano.

Al listino milanese, da una parte, fanno bene l'iniezione di fiducia di Fitch che approva la manovra finanziaria e, dall'altra, le rassicurazioni del ministro dell'economia italiano Tremonti. Oltrepassa così il mezzo punto di rialzo l'indice europeo Stxe 600 mentre a dare la maggiore spinta sono gli automobilistici (sottoindice dj stoxx +2,43%): rally in particolare per Bmw (+4,37%), Daimler (+2,88%), Pirelli (+2,8%) e Continental (+2,7%).

Le materie prime (+1,62%) corrono, invece, con Fresnillo (+5,5%), Kazakhmys (+3,9%) e Antofagasta (+2,8%). Solo un rialzo marginale per i bancari (+0,32%) che provocano l'ennesimo terremoto sulla Borsa di Atene (-2,9%). Le vendite, infatti piegano i principali istituti di credito ellenici con Alpha Bank che cede il 5,6%, Piraeus il 5,4% ed Efg il 5,3%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?