Navigation

Borsa: Europa brucia 128 miliardi su timori economia Spagna e Portogallo

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 febbraio 2010 - 18:46
(Keystone-ATS)

MILANO - Le Borse europee bruciano 128 miliardi di euro in scia ai timori degli investitori legati allo stato di salute dell'economia spagnola. Al termine della seduta l'indice paneuropeo DJ Stoxx 600, che sintetizza l'andamento dei principali indici del Vecchio Continente, ha perso il 2,69% mentre la Borsa di Madrid è caduta del 5,94%.
Giornata buia anche per la borsa di Lisbona, che ha registrato una caduta del 4,98%, la più pesante dal novembre 2008, nel pieno della crisi della Lehman Brothers.
Il tonfo della borsa portoghese avviene in un clima di crescente sfiducia sulla tenuta del Portogallo, indicato da diversi economisti come il nuovo anello debole dell'euro, dopo la Grecia, con la Spagna e l'Irlanda.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.