Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MILANO - Le Borse europee, ancora incerte, hanno chiuso con una prevalenza di segni negativi: Milano è stata la migliore di giornata, Dublino (+0,63%) ha tenuto nonostante i dubbi sul suo debito pubblico e sul sistema bancario, Madrid non ha risentito del taglio del rating della Spagna da parte di Moody's, già scontato dai mercati e comunque meno drastico delle previsioni.
In questo quadro, l'indice Stxe 600, che fotografa l'andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio Continente, ha ceduto mezzo punto percentuale, accusando il quarto calo consecutivo. A poco sono serviti i dati macroeconomici dagli Stati Uniti (Pil, richieste di sussidi di disoccupazione e indice Pmi di Chicago), tutti migliori delle attese: il calo dei titoli delle materie prime minerarie e le incertezze in avvio di Wall street hanno portato a una maggioranza di vendite finali.
Allied Irish Bank, dopo l'annuncio di un aumento di capitale da 5,4 miliardi di euro e la decisione del governo di acquistarne il controllo, ha contenuto le perdite (-7,61% finale) che si erano fatte vistose nel corso della seduta. In una giornata abbastanza tranquilla per il settore del credito, ha chiuso invece in rialzo dell'8,60% Bank of Ireland, mentre la francese Credit agricole ha ceduto il 3,45%. Unicredit è salita dell'1,74% senza riuscire a reagire alla nomina di Federico Ghizzoni ad amministratore delegato al posto di Alessandro Profumo, nomina annunciata a mercati praticamente chiusi.
Tra gli automobilistici, molto bene Fiat (+3,19%) dopo che l'amministratore delegato Sergio Marchionne ha avanzato previsioni positive sui conti del trimestre. In crescita del 2,87% Continental e del 2,17% Renault: nel settore è scesa con evidenza solo Volkswagen (-1,58%), la casa che secondo lo stesso Marchionne può aspettare molto tempo per un eventuale acquisto di Alfa Romeo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS