Navigation

Borsa: Europa debole, pesa Fitch su Francia

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 dicembre 2011 - 10:30
(Keystone-ATS)

Borse europee deboli dopo che venerdì Fitch ha deciso di abbassare l'outlook della Francia da stabile a negativo. E sotto osservazione sono anche Italia, Spagna, Belgio, Slovenia, Cipro e Irlanda con l'agenzia di rating che le ha minacciate di un taglio del rating.

I futures su Wall Street si mostrano in calo anche in scia alle perdite dei listini asiatici, frenati peraltro della morte del leader nordcoreano Kim Jong-il. L'indice paneuropeo dj stoxx 600 è poco sotto la parità (-0,05%). Il mercato guarda anche a Bruxelles e al vertice dei ministri delle finanze.

A livello settoriale si mostrano deboli bancari (sottoindice dj stoxx -0,29%) e materie prime (-0,35%). Nel credito cedono in particolare Lloyd's (-1,9%), Barclays (-1,37%), Rbs (-1,25%). Acquisti, invece, sugli automobilistici.

Di seguito, gli indici dei titoli guida delle principali borse europee.

- Londra -0,09%

- Parigi -0,36%

- Francoforte +0,13%

- Madrid +0,02%

- Milano +0,29%

- Amsterdam -0,19%

- Stoccolma +0,25%

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo