Navigation

Borsa: Europa in leggero calo, pesano timori Egitto

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2011 - 19:12
(Keystone-ATS)

Continue oscillazioni per gli indici delle borse in Europa che sembravano avviate al recupero delle perdite delle ultime settimane. E invece sul finale tornano gli ordini in vendita e l'indice di riferimento Stoxx Europe 600 Index chiude in terreno negativo (-0,1%). Si guarda all'Egitto e agli strascichi delle proteste antigovernative e i titoli delle compagnie aeree sono quelli che pagano di più insieme alle auto (DJ Stoxx -1,63%). I dati americani sulla spesa dei consumatori hanno dato indicazioni positive eppure sono stati accolti da una certa indifferenza.

Tra i titoli da segnalare Lufthansa (-1,6%), IAG, la compagnia creata dalla fusione della British Airways Plc e Iberia Lineas Aereas de Espana (-1,8%) e Air France-KLM Group (-1,9%). Scivolone di Thomas Cook Group (-3%) e Tui Travel (-2,6%) sui timori di un rallentamento del turismo in Egitto. Deboli in generale i gruppi con stretti rapporti nel paese nordafricano come Lafarge (-1,7%), che ha bloccato la produzione in Egitto in attesa che la situazione migliori.

Volkswagen (-1,99%) ha cancellato le consegne e Daimler (-2,52%) ha fermato la produzione per due giorni. Deboli anche le banche, in particolare le francesi e le inglesi che appaiono più esposte al rischio dal conflitto politico in Egitto. Société Générale ha perso il 2,3%, Barclays (-1,5%) e Hsbc (-0,61%) hanno chiuso gli uffici. Bene invece i petroliferi con BG che ha fatto un balzo del 5,02%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?