Navigation

Borsa: Europa incerta con banche, bene Londra, Atene debole

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 dicembre 2010 - 19:05
(Keystone-ATS)

FRANCOFORTE - Borse europee senza una direzione precisa, con il solo mercato di Londra, sostenuto dal settore delle materie prime minerarie, che segna una crescita significativa salendo di mezzo punto percentuale.
L'indice Stxe 600, che registra l'andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, ha chiuso in aumento dello 0,12%, ma quasi tutti gli indici generali delle borse hanno segnato una limatura.
Poco interesse per gli operatori anche dalla diffusione del dato del prodotto interno lordo statunitense del terzo trimestre, leggermente inferiore alle previsioni, e da quelli sui consumi e sulle vendite delle case esistenti.
Tra i mercati minori, ha chiuso in calo dello 0,69% la Borsa di Atene, mentre a livello continentale i titoli bancari della zona euro si sono mossi in maggioranza al ribasso.
Male in particolare gli istituti greci (Eurobank -4,66%, National Bank of Greece -3,52%), il Banco popolare (-2,14%) e anche Societe generale (-1,41%), mentre Bank of Ireland è cresciuta dell'1,17%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?