Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La festa, poi lo sgomento: le Borse, i titoli di Stato, l'euro, dapprima in volata sui primi risultati del voto in Italia che suggerivano una maggioranza abbastanza solida da affrontare il nodo difficilissimo delle riforme, si sono sgonfiate in pochi minuti di fronte allo spettro di un parlamento bloccato.

Nel giro di pochi minuti sui mercati si è passati dall'euforia per l'insediarsi di una vera maggioranza politica in grado di affrontare le scelte difficili dei prossimi mesi, alle vendite innescate dallo scetticismo sullo scenario che il voto apre per l'Italia. Dapprima il boom degli acquisti, con Piazza Affari che arriva a guadagnare oltre il 4% dopo i primi instant poll basati sui primi sondaggi online. Lo spread scende sotto 260 punti base, e mentre sui blog si diffonde la voce di una vittoria chiara del centro-sinistra, anche l'euro schizza toccando 1,3320 dollari.

Poi le prime proiezioni aprono l'unico scenario che gli investitori non volevano vedere, quello di una possibile ingovernabilità con l'incognita Grillo, il cui Movimento 5 Stelle è giudicato da molti operatori finanziari privo di un chiaro programma di politica di bilancio. E così Milano azzera tutti i guadagni, scende in territorio negativo, per poi recuperare e chiudere con un magro +0,73%.

Lo spread chiude a 292, pericolosamente vicino ai 300 punti e sopra la soglia dei 287 punti che il premier uscente Mario Monti aveva indicato come obiettivo, ossia la metà di quei 574 punti ereditati dal governo Berlusconi a novembre 2011. Anche l'euro sprofonda, tornando a 1,3160 dollari.

Anche le Borse europee terminano sgonfiandosi, con Parigi a +0,41%, Madrid a +0,80%, Francoforte a +1,45% e Londra a +0,31%. Gli occhi sono rivolti alla giornata di domani, quando si conoscerà l'esito del voto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS