Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un andamento altalenante in mattinata, la Borsa svizzera ha chiuso la giornata in territorio positivo. L'indice guida SMI ha guadagnato lo 0,29% a 8'000.60 punti, e quello allargato SPI è salito dello 0,31% a 7'576.78.

Il mercato è stato spinto in particolare dall'andamento del peso massimo Roche, che dopo aver segnato guadagni superiori al 2%, ha chiuso a +1,53% (a 239,60 franchi). Secondo gli operatori, il motivo è la notizia pubblicata da "NZZ am Sonntag", secondo cui l'azienda farmaceutica non sarebbe interessata all'acquisizione dell'americana Alexion.

Contrastati gli altri difensivi di peso, con Nestlé in calo dello 0,08% a 62,40 franchi e Novartis in crescita dello 0,15% a 67,90. Fra i titoli più positivi della giornata si collocano Swisscom, in crescita dello 0,82% a 431 franchi, Swatch Group, che migliora dello 0,80% a 567,50, e UBS, in salita dello 0,69% a 18,97. Fra gli altri bancari, Credit Suisse perde lo 0,56% a 28,51, e Julius Bär lo 0,50% a 43,68. Richemont, nel segmento lusso, ottiene un buon risultato in crescita dello 0,96% a 94,70 franchi.

Male gli assicurativi, con Zurich Insurance che perde lo 0,47% a 252,40 franchi, e Swiss Re lo 0,47% a 73,80. Fra i titoli più in ribasso della giornata troviamo Givaudan (-1,04% a 1'328 franchi), Adecco (-1,10% a 62,90) e Geberit, che con una perdita dell'1,85% (a 254,90) si aggiudica la poco ambita maglia nera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS