Dopo un andamento altalenante in mattinata, la Borsa svizzera ha chiuso la giornata in territorio positivo. L'indice guida SMI ha guadagnato lo 0,29% a 8'000.60 punti, e quello allargato SPI è salito dello 0,31% a 7'576.78.

Il mercato è stato spinto in particolare dall'andamento del peso massimo Roche, che dopo aver segnato guadagni superiori al 2%, ha chiuso a +1,53% (a 239,60 franchi). Secondo gli operatori, il motivo è la notizia pubblicata da "NZZ am Sonntag", secondo cui l'azienda farmaceutica non sarebbe interessata all'acquisizione dell'americana Alexion.

Contrastati gli altri difensivi di peso, con Nestlé in calo dello 0,08% a 62,40 franchi e Novartis in crescita dello 0,15% a 67,90. Fra i titoli più positivi della giornata si collocano Swisscom, in crescita dello 0,82% a 431 franchi, Swatch Group, che migliora dello 0,80% a 567,50, e UBS, in salita dello 0,69% a 18,97. Fra gli altri bancari, Credit Suisse perde lo 0,56% a 28,51, e Julius Bär lo 0,50% a 43,68. Richemont, nel segmento lusso, ottiene un buon risultato in crescita dello 0,96% a 94,70 franchi.

Male gli assicurativi, con Zurich Insurance che perde lo 0,47% a 252,40 franchi, e Swiss Re lo 0,47% a 73,80. Fra i titoli più in ribasso della giornata troviamo Givaudan (-1,04% a 1'328 franchi), Adecco (-1,10% a 62,90) e Geberit, che con una perdita dell'1,85% (a 254,90) si aggiudica la poco ambita maglia nera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.