Navigation

Borsa svizzera: apertura al ribasso

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 maggio 2012 - 09:39
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera ha aperto le contrattazioni odierne al ribasso con l'indice SMI dei titoli guida che dopo le prime battute segna 5'817.43 punti, in calo dello 0,94%, mentre l'indice complessivo SPI si attesta a quota 5'425.63, in arretramento dell'1,15%.

Sui mercati pesano l'instabilità politica della Grecia, i timori di una sua uscita dall'euro, ma anche i declassamenti ad opera delle agenzie di rating di varie banche del Vecchio Continente.

Aprono negative pure le principali borse europee. A Londra l'indice Ftse 100 arretra dello 0,89%. A Milano il Ftse Mib cede l'1,30%. A Francoforte il Dax perde lo 0,81% e a Parigi il Cac 40 lo 0,84. Madrid è a -1,95%.

Stamane, proprio in scia ai timori sulla tenuta di Eurolandia, la Borsa di Tokyo ha segnato un crollo del 2,99%, con l'indice Nikkei che ha chiuso a quota 8.611,31, ai minimi degli ultimi 4 mesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?