Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un'apertura in calo la Borsa svizzera è passata subito in territorio positivo. I mercati sono in attesa della riunione dell'Eurogruppo a Bruxelles, determinante per il futuro della Grecia. Verso le 9:30 l'indice dei valori guida SMI guadagnava lo 0,11% a 8'661,15 punti. Quello allargato SPI lo 0,01% a 8'550,80 punti.

In negativo tutte le principali piazze europee: a Milano il Ftse Mib cede lo 0,30% a 21.141 punti, a Francoforte il Dax retrocede dello 0,19% a 10'946,88 punti, a Londra il Ftse 100 perde lo 0,11% a 6866,15 punti e a Parigi il Cac 40 scende dello 0,04% a 4757,52 punti.

La Borsa di Tokyo ha chiuso gli scambi a +0,51% con i rialzi di venerdì dei listini internazionali e il Pil nipponico di ottobre-dicembre (+0,6% congiunturale +2,2% annualizzato) che segnala l'uscita dalla recessione tecnica. L'indice Nikkei guadagna 91,41 punti, a 18.004,77, superando quota 18.000, ai massimi da luglio 2007.

Pur se meno delle attese, i dati del Pil mostrano un'economia in moderata ripresa: in particolare, il deflatore nel 2014 è a +1,6%, positivo per la prima volta dal 1997, segnalando la presenza di inflazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS