Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in calo oggi alla Borsa svizzera. Verso le 9:30 l'indice dei valori guida SMI perdeva lo 0,21% a 8'553.64 punti e quello allargato SPI scendeva dello 0,19% a 8'469.54 punti. Mentre le indicazioni provenienti dagli Usa non forniscono una tendenza chiara e la situazione in Medio Oriente e Ucraina continua a preoccupare gli investitori, i dati congiunturali cinesi sono stati accolti prevalentemente in modo positivo dalle borse asiatiche.

In positivo tutte le principali piazze europee: a Parigi il Cac 40 progredisce dello 0,51% a 4.352,50 punti, a Milano il Ftse Mib è in rialzo dello 0,46% a 21.160 punti, a Londra il Ftse100 sale dello 0,20% a 6.805,17 punti e a Francoforte il Dax cresce dello 0,17% a 9.660,71 punti.

Seduta positiva per le borse asiatiche, con gli indici cinesi sugli scudi dopo che i profitti delle aziende industriali a giugno hanno fatto segnare un balzo del 17,9% rispetto a un anno fa, il rialzo più consistente da settembre, secondo i dati dell'ufficio statistico governativo. La Borsa di Tokyo ha chiuso la seduta in rialzo (+0,46%) e ha registrato un nuovo record da sei mesi con l'indice Nikkei a 15.529,40 punti, superando la soglia psicologica dei 15.500 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS