Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in calo questa mattina per la Borsa svizzera. Alle 09:05 circa l'indice dei titoli guida SMI perdeva lo 0,24% a 7'963,62 punti, e quello allargato SPI lo 0,25% a 8'423,09.

In Asia le borse cinesi, pur scontando la forte volatilità, hanno terminato gli scambi al rialzo dopo il taglio del target sulla crescita annunciato dal premier Li Keqiang che ha stimato, in scia a una congiuntura difficile, un Pil in aumento del 6,5-7% nel 2016.

La Borsa di Tokyo ha invece terminato le contrattazioni in calo dello 0,61% con l'indice Nikkei a quota 16.911,32; negli scambi sul mercato valutario la divisa giapponese si è rinforzata, assestandosi sotto il livello di 114 nei confronti del dollaro, a 113,70.

Venerdì scorso Wall Street aveva chiuso in rialzo, con il Dow Jones che ha guadagnato lo 0,37% a 17.006,77 punti e il Nasdaq lo 0,20% a 4.717,02 punti. Bene anche l'indice S&P500 che è avanzato dello 0,33% a 1.999,98 punti.

Tendenza al ribasso sui principali mercati europei: il Ftse Mib di Milano apre con un -0,47% a 18'192 punti, il Dax di Francoforte con un -0,61% a 9'764,08, il FTSE-100 di Londra con un -0,55% a 6'165,53 e il CAC 40 di Parigi con un -0,45% a 4'436,37.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS