Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: apertura in chiaro rialzo

Avvio in netto rialzo per la Borsa svizzera all'indomani della pubblicazione dei verbali della riunione di fine luglio del comitato di politica monetaria della banca centrale americana. Alle 09.35 l'SMI sale dell'1% a 7'966.16 punti, l'SPI dello 0,98% a 7'548.13 punti.

I verbali della Fed hanno mostrato una banca centrale unita nella volontà di iniziare a ridurre gli acquisti di asset, attualmente pari a 85 miliardi di dollari al mese, entro l'anno per poi mettere fine al programma entro la metà del 2014. Il Fomc, il braccio esecutivo della Fed, sembra così sostenere la tabella di marcia delineata dal presidente dell'istituto centrale Ben Bernanke. Manca invece un consenso sul primo passo da compiere, ovvero sui tempi e sull'ammontare della prima riduzione di acquisti.

I mercati restano dunque preoccupati per la possibilità che il drenaggio della liquidità possa iniziare in tempi rapidi. Wall Street ha così chiuso in territorio negativo, con il Dow Jones che ha perso lo 0,70% a 14.897,55 punti, il Nasdaq lo 0,38% a 3.599,79 punti e lo S&P 500 lo 0,6% a 1.643 punti. Stamani ha chiuso in ribasso anche la Borsa di Tokyo, dove l'indice Nikkei ha ceduto lo 0,44% a 13.365 punti.

Avvio positivo per contro per le principali piazze europee, con l'indice Ftse 100 che guadagna lo 0,12% a 6.398,46 punti a Londra, l'indice Dax lo 0,1% a 8.293,30 punti a Francoforte e il Cac 40 lo 0,23% a 4.024,51 punti a Parigi. A Milano nei primi scambi l'Ftse Mib sale dello 0,24% a 16.919 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.