Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio negativo alla Borsa svizzera, sulla scia dell'andamento sfavorevole di venerdì a New York e di stamane in Asia. Sui mercati continuano a pesare il conflitto in Libia e il rincaro del petrolio, hanno rilevato gli operatori. Verso le 09.30 il listino principale SMI segnava 6496,82 punti, in flessione dello 0,52%. L'indice allargato SPI è a quota 5889,21 (-0,47%).

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi con il Nikkei in calo dell'1,75% a 10.505,02 punti. Sul mercato nipponico hanno avuto un impatto negativo le incertezze politiche dopo le improvvise dimissioni del ministro degli esteri giapponese Seiji Maehara, a seguito di donazioni politiche illegali ricevute da una cittadina sudcoreana, aumentando le turbolenze sul governo del premier Naoto Kan.

La Borsa di Milano ha aperto in calo; il Ftse Mib cede lo 0,66% a 21.991 punti. La Borsa di Londra ha iniziato la seduta con l'indice FTSE 100 in perdita dello 0,26% a 5974,78 punti. Avvio in ribasso anche per la Borsa di Francoforte: l'indice Dax segna -0,57% a quota 7137,81. Stessa tendenza a Parigi, dove l'indice Cac 40 cede lo 0,32% a 4007,34 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS