Navigation

Borsa svizzera: apertura in ribasso

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 marzo 2012 - 09:43
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera ha aperto le contrattazioni in ribasso, con l'indice SMI dei titoli guida che dopo le prime battute segna 6'120,95 punti, in calo dello 0,54%, mentre l'indice complessivo SPI scende dello 0,53% a quota 5'590,51.

Di segno negativo pure Milano (Ftse Mib -0,62% a 16'680 punti), Parigi (CAC 40 -0,51% a 3'469,60 punti), Londra (Ftse-100 -0,33% a 5'855,5 punti) e Francoforte (DAX -0,44% a 6'835,97 punti).

Stamane la Borsa di Tokyo ha chiuso gli scambi in ribasso dello 0,63%, scontando le prese di beneficio e la debolezza dei listini cinesi dopo che il premier Wen Jiabao ha annunciato l'obiettivo di crescita ridotto per il 2012, al 7,5%.

L'indice Nikkei, dopo l'iniziale rialzo in scia alle attese di ripresa dell'economia degli Stati Uniti, ha terminato in calo di 60,96 punti, a quota 9'637,63.

I timori legati alla crescita economica globale hanno pesato anche sull'andamento della borsa di New York. L'indice Dow Jones ha perso 14,76 punti, pari allo 0,11%, a quota 12'962,81. L'indice Nasdaq ne ha persi 25,71, pari allo 0,86%, a 2'950,48 punti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?