Navigation

Borsa svizzera: apertura positiva

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 febbraio 2012 - 09:41
(Keystone-ATS)

Avvio in rialzo stamane per la Borsa svizzera, sulla scia del buon andamento delle piazze asiatiche e del Pacifico dopo la conferma che la banca centrale cinese proseguirà i suoi investimenti nel debito sovrano dell'eurozona, con la possibilità di aumentarli. Alle 09.20 circa l'indice principale SMI segna 6188,68 punti in aumento dello 0,40%. L'indice completo SPI è a quota 5611,85 (+0,39%).

Swisscom, che stamani ha annunciato un utile netto di 694 milioni di franchi nel 2011, più che dimezzato rispetto agli 1,78 miliardi del 2010, perde il 3,37%. Motivo della contrazione del risultato è l'amputazione di 1,2 miliardi a causa della rettifica di valore - già annunciata lo scorso dicembre - a carico della filiale italiana Fastweb.

A Tokyo l'indice Nikkei ha guadagnato il 2,30% a 9260,34 punti. Ieri Wall Street ha chiuso sostanzialmente piatta, con il Dow Jones in crescita dello 0,03% a quota 12'878,28 e il Nasdaq dello 0,02% a 2931,83 punti.

Avvio positivo anche per le principali piazze europee. A Milano il primo indice Ftse Mib è in crescita dello 0,89% a 16.593 punti. Alla Borsa di Londra nei primi scambi l'indice Ftse 100 avanza dello 0,23% a 5913,65 punti, mentre a Francoforte il Dax sale dell'1,18% a 6807,55 punti. Apertura con il segno più anche a Parigi, dove l'indice Cac 40 è in progressione dello 0,70% a quota 3399,37. punti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?