Navigation

Borsa svizzera: apre debole

Parte una nuova settimana borsistica. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 dicembre 2020 - 09:05
(Keystone-ATS)

Apertura debole per la borsa svizzera: alle 09.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 10'382.49 punti, in progressione dello 0,17% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,15% a 12'908,83 punti.

Dopo aver archiviato la settimana scorsa con un arretramento dell'1% il mercato sembra voler mostrare ancora prudenza. Non cambiano l'atmosfera di fondo i buoni dati congiunturali pubblicati in Cina.

La domanda che tutti si pongono al momento è se vi sarà un rally di fine d'anno. A pesare in negativo sono i vari fattori d'incertezza, che vanno dalla pandemia ai negoziati sulla Brexit.

Sul fronte interno l'attenzione è puntata su Roche (+0,40%) e Novartis (invariata), che nel fine settimana hanno presentato vari studi su loro medicamenti in un importante convegno americano. Tutte le blue chip presentano variazioni inferiori ai 60 punti base.

L'avvio di seduta è stato più negativo sulle altre piazze europee. Al momento sono disponibili i dati di Francoforte (Dax -0,40% a 13'253 punti) e di Parigi (Cac 40 -0,26% a 5594 punti).

Wall Street ha chiuso venerdì a livelli record (Dow Jones +0,83% a 30'218,26 punti, Nasdaq +0,70% a 12'464,23 punti), mentre oggi Tokyo ha finito in rosso (Nikkei -0,76% a 26'547,44 punti).

Condividi questo articolo