Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le attese per un imminente accordo a Bruxelles sulla Grecia hanno influito stamane positivamente sui principali mercati europei. Alla Borsa svizzera l'indice principale SMI verso le 9:15 avanzava dello 0,61% a 9.076,02 punti e l'SPI dello 0,58% a 9.210,05 punti.

A Milano a Piazza Affari l'indice Ftse Mib è partito in rialzo dello 0,5% a 23.609 punti, a Londra l'FTSE-100 ha segnato un +0,15% a 6.836,18 punti e alla Borsa di Parigi il Cac 40 ha fatto un balzo in avanti dello 0,94% a 5.045,57 punti. Infine a Francoforte il Dax ha guadagnato lo 0,81% a 11.460,50 punti.

La fiducia sulla svolta negoziale più vicina tra la Grecia e i suoi creditori (si punta ad un'intesa in settimana) ha fatto volare anche la Borsa di Tokyo che allunga nel finale e ha terminato gli scambi a +1,87%, ai massimi degli ultimi 15 anni: l'indice Nikkei, con l'ottimismo sulla ripresa dell'economia nipponica, guadagna 381,23 punti e si attesta a quota 20.809,42.

Infine, chiusura in territorio positivo ieri per Wall Street. Il Dow Jones è salito dello 0,58% a 18.119,78 punti, il Nasdaq dello 0,72% a 5.153,97 punti e lo S&P 500 dello 0,62% a 2.122,98 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS