Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ancora un'apertura al rialzo per la borsa svizzera, già salita ieri ai suoi massimi pluriennali: alle 09.10 l'indice SMI segnava 9360,66 punti, in progressione dello 0,34% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,32% a 9336,72 punti.

La seduta potrebbe però rivelarsi tutt'altro che tranquilla: oggi è infatti il "giorno della streghe", quando scadono numerosi derivati su indici e azioni, ciò che può provocare bruschi movimenti dei singoli titoli.

Nei primi minuti però la situazione appare ancora tranquilla, con i singoli valori in movimento solo frazionale. Fa eccezione Holcim (+1,91%), che ha annunciato un accordo con Lafarge per rivedere i termini della loro fusione.

In rialzo hanno chiuso le piazze asiatiche, Tokyo in primis (Nikkei +0,43% a 19'560,22 punti). Wall Street ha invece terminato contrastata (Dow Jones -0,65% a 17'959,03 punti, Nasdaq +0,19% a 4992,38 punti).

L'avvio di seduta è stato positivo anche per le altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,36% a 11'942,16 punti), Parigi (Cac 40 +0,14% a 5044,42 punti) e Milano (Ftse Mib +0,43% a 22'884 punti). Alle 9.10 il dato di Londra non era ancora disponibile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS