Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Primi scambi in rialzo per la borsa svizzera: alle 09.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 9436,03 punti, in progressione dello 0,22% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,27% a 9470,40 punti.

Il mercato interrompe quindi il trend negativo avviato nelle prime due sedute settimanali. Il movimento è favorito da Wall Street, che ha recuperato parecchio terreno dopo la fine delle contrattazioni sul vecchio continente (Dow Jones +0,33% a 18'036.70 punti, Nasdaq -0,22% a 4977,28 punti). Tokyo ha terminato debole (Nikkei -0,20% a 19'869,76 punti).

Sul fronte interno gli occhi sono una volta ancora puntati su Sika (-4,37%), all'indomani dell'assemblea degli azionisti. Le blue chip presentano variazioni meramente frazionali, con l'unica eccezione di Transocean (+2,04%).

Le altre piazze europee hanno aperto in ordine sparso. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,05% a 12'221,16 punti), Londra (Ftse 100 -0,12% a 7067,10 punti), Parigi (Cac 40 +0,25% a 5230,98 punti) e Milano (Ftse Mib +0,21%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS