Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in rialzo per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8761,98 punti, in progressione dello 0,65% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,53% a 8913,00 punti.

Archiviate tre settimane in calo il mercato sembra voler proseguire sulla strada tracciata timidamente ieri. Gli investitori continuano peraltro a guardare con apprensione agli sviluppi in Cina, dove oggi sono stati pubblicati dati congiunturali in chiaro-scuro.

Tokyo ha terminato in netto calo (Nikkei - 2,43% a 17'427 punti) a causa anche della contrazione del prodotto interno lordo giapponese nel secondo trimestre. Da Wall Street non giungono impulsi: ieri il mercato era chiuso per festività.

Sul fronte interno le variazioni dei singoli titoli sono al momento meramente frazionali, con le uniche eccezioni di ABB (+2,56%) e LafargeHolcim (-3,84%).

L'avvio di seduta è stato positivo anche sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,89% a 10'198,60 punti), Londra (Ftse 100 +0,76% a 6120,48 punti), Parigi (Cac 40 +0,70% a 4581,66 punti) e Milano (Ftse Mib +0,85% a 21'807,00 punti).

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS