Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prime battute settimanali positive per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8799,96 punti, in progressione dello 0,31% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,17% a 8956,04 punti.

Il mercato guarda più ai futures in rialzo su Wall Street che alle chiusure deboli - complice l'ultimo dato macro cinese - delle piazze asiatiche, Tokyo in primis (Nikkei -1,63% a 17'965,70).

È comunque probabile che gli investitori tendano a muoversi con estrema cautela in vista della cruciale decisione sui tassi che la Federal Reserve prenderà giovedì. Sul fronte interno la gran parte dei movimenti è solamente frazionale: le eccezioni sono rappresentate da Swatch (+1,58%) e Transocean (+1,33%).

L'avvio di seduta è stato in ordine sparso nel resto d'Europa. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,11% a 10'112,90 punti), Londra (Ftse 100 +0,50% a 6148,59 punti), Parigi (Cac 40 +0,13% a 4554,71 punti) e Milano (Ftse Mib +0,25% a 21'820 punti).

Wall Street ha terminato venerdì in modo positivo (Dow Jones +0,63% a 16'433,09 punti, Nasdaq +0,54% a 4822,34 punti).

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS