Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura positiva per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8712,70 punti, in progressione dello 0,31% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,29% a 8885,48 punti.

Dopo tre sedute in ribasso il mercato cerca il rimbalzo, sebbene l'atmosfera rimanga di prudenza. Incombe la decisione sui tassi della Federal Reserve americana, prevista per giovedì, un fattore che - insieme alle ulteriori comunicazioni dell'istituto centrale - potrebbe generare scossoni sulle piazze mondiale.

Gli impulsi provenienti da Wall Street sono incoraggianti, perché nonostante Wall Street abbia chiuso in negativo (Dow Jones -0,38% a 16'370,96 punti, Nasdaq -0,34% a 4805,76 punti) i futures sono in rialzo. L'Asia ha da parte sua mostrato un quadro in chiaro-scuro, con Tokyo poco mossa (Nikkei +0,34% a 18'026,48 punti)

Sul fronte interno scarseggiano le notizie di rilievo e le variazioni sono frazionali. Fanno eccezione UBS (-1,37%) e Julius Bär (-1,35%).

L'avvio di seduta è stato al rialzo anche sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,23% a 10'131,74 punti), Londra (Ftse 100 +0,07% a 6089,47 punti), Parigi (Cac 40 +0,26% a 4529,96 punti) e Milano (Ftse Mib +0,18% a 21'592,71 punti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS