Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura positiva per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8360,33 punti, in progressione dello 0,49% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,46% a 8650,72 punti.

Il mercato è influenzato dalla chiusura in netto rialzo di Wall Street, che venerdì ha guadagnato terreno dopo la fine delle contrattazioni sul vecchio continente (Dow Jones +2,47% a 16'466,30 punti, Nasdaq +2,38% a 4613,95 punti). Dall'Asia giungono per contro segnali contrastanti: mentre Tokyo ha terminato bene (Nikkei +1,98% a 17'865,23 punti), le piazze cinesi hanno registrato cali.

Sul fronte interno gli occhi sono puntati su Julius Bär (-1,62%), che ha pubblicato i dati relativi al 2015, e su Credit Suisse (-0,61%), chiamata alla cassa negli Usa per la vicenda delle dark pool.

L'avvio di seduta è stato al rialzo anche sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,26% a 9823,73 punti), Londra (Ftse 100 +0,48% a 6113,12 punti), Parigi (Cac 40 +0,03% a 4418,14 punti) e Milano (Ftse Mib +0,19% a 18'686 punti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS